Comunità e territorio

Gulliver
30 ANNI DOPO CHICO MENDES, 15 ANNI INSIEME
Giovedì 18 Ottobre 2018
La conferenza della Cooperativa Chico Mendes Modena all’università di Economia per l’anniversario della morte del sindacalista brasiliano.
 
"All'inizio pensai che stavo combattendo per salvare gli alberi della gomma, poi ho pensato che stavo combattendo per salvare la foresta pluviale dell'Amazzonia. Ora capisco che sto lottando per l'umanità".  
Scriveva così Chico Mendes, raccoglitore di caucciù e sindacalista dello stato dell’Acre nell’Amazzonia brasiliana, che dedicò la sua vita alla lotta per la conservazione e l’uso sostenibile della foresta e alla difesa dei diritti dei popoli che ancora oggi vivono dei suoi prodotti. 
A 30 anni dalla sua uccisione, la cooperativa Chico Mendes Modena ha deciso di ricordare l’attualità e l’insegnamento delle sue parole durante un seminario organizzato in collaborazione con il dipartimento di Economia dell’università di Modena.
L’iniziativa, “30 anni dopo Chico Mendes, 15 anni insieme”, prevista per giovedì 18 ottobre 2018, ore 10.15, presso il polo didattico dell’Università di Economia di Modena di viale Fontanelli 11, verrà introdotta dai saluti del direttore del Dipartimento di Economia “Marco Biagi”, Giovanni Solinas e vedrà la partecipazione di Enrico Giovannetti, professore di politica economica, Valeria Bigliazzi, responsabile progetti di Coop. Chico Mendes, Giorgio Prampolini, vicepresidente di Fairtrade Italia e Adriano Turrini, presidente di Coop Alleanza 3.0. 
<Un’occasione importante – sottolinea Antonella Santinelli, presidente della cooperativa modenese – per far conoscere agli studenti i principi per i quali Chico Mendes e tanti altri sindacalisti come lui hanno sacrificato la vita e per non dimenticare che il territorio amazzonico è tuttora soggetto a sfruttamenti incontrollati da parte di compagnie minerarie, industrie del legname e agro–alimentari, con conseguenti danni ambientali, sociali ed economici che dovrebbero interessare l’intera comunità mondiale. Il lavoro da fare è ancora tanto, sul posto, ma anche qui in Italia e in Occidente, dove lo sviluppo del commercio equo e solidale, rappresenta un’attività in grado di fornire alternative concrete e sostenibili ai piccoli produttori e alle famiglie che abitano la foresta>.
Un settore sempre più in crescita negli ultimi anni e all’interno del quale la cooperativa Chico Mendes lavora dal 2004, dedicandosi all’importazione diretta di frutta secca, grazie a contratti con organizzazioni autogestite latinoamericane, che hanno trovato proprio nel commercio equo certificato Fairtrade e Biologico uno sbocco per il loro lavoro, per l’affrancamento dagli intermediari e per la conservazione della foresta.
La conferenza, aperta a tutti gli studenti, sarà accompagnata dalla proiezione di un video dedicato alla storia di Chico Mendes e dell’Amazzonia brasiliana, dagli anni ’70 a oggi, che aiuterà a riscoprire la foresta pluviale come luogo di produzione e utilizzo ottimale delle risorse, dove è ancora possibile lo sviluppo di un’economia più sostenibile, in grado di preservare la natura e garantire al tempo stesso la sopravvivenza delle comunità presenti sul territorio.
 
fonte Cooperativa Chico Mendes Modena
Per approfondire: www.chicomodena.it