Terza Età
Comunicare in serenità
Martedì 24 Aprile 2018

Il progetto di AIDA alla Residenza per Anziani Casa Serena

Si è tenuto presso la Residenza per Anziani Casa Serena l’incontro di restituzione del progetto “Comunicare in serenità”, realizzato grazie alla partecipazione di AIDA Onlus e alla collaborazione di MondoAbile e Ass. ANMIC sezione provinciale. A febbraio, infatti, si è conclusa la raccolta fondi e, grazie alle generose offerte, si è raggiunto il primo obiettivo: il dono dell’ausilio di comunicazione e riabilitazione touch-screen Fabula All-in-one.

Il progetto sperimentale utilizza la tecnologia altamente innovativa degli ausili sviluppati da AIDA ed è stato ideato per provare a facilitare la comunicazione di ospiti con una grave invalidità in tal senso. Alcuni, infatti, hanno perso l’utilizzo della parola a causa di malattie fortemente invalidanti e, attraverso l’ausilio di software riabilitativi, possono tenersi allenati e rallentare in tal modo il decorso della malattia neurologica.

Alla consegna e dimostrazione dello strumento erano presenti gli ingegneri Simone Soria e Michael Bampoe, curatori del progetto. La mattinata ha visto coinvolti diversi ospiti di Casa Serena e alcuni famigliari che, dopo un primo momento di resistenza di fronte al computer, hanno provato l’ausilio, divertendosi e dimostrandone la fruibilità. Dal punto di vista più tecnico si sono evidenziate da subito le possibili applicazioni, sia nel favorire la comunicazione attraverso i semplici programmi di scrittura a video, forniti anche di un sintonizzatore vocale che ripete le parole scritte, sia come strumento per migliorare l’attenzione attraverso stimoli visivi e sonori accattivanti. Nelle prossime settimane verranno organizzati altri incontri di formazione che consentiranno di avviare l’utilizzo del software Fabula All-in-one.

Gulliver, il personale e i famigliari di Casa Serena ringraziano di cuore gli ingegneri Simone Soria, Michael Bampoe e i colleghi di AIDA per la collaborazione. È doveroso, infine, un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta fondi e permesso la realizzazione del progetto.