Terza Età
Chiarimenti in merito alla gestione della Casa Residenza per Anziani Casa Serena di Sassuolo
Martedì 14 Febbraio 2017
Comunicato stampa CRM del 14.02.2017
 
In riferimento all’articolo uscito lunedì 13.02.2017 sul quotidiano La Gazzetta di Modena, ci preme segnalare quanto segue.
 
Casa Serena di Sassuolo dal 1° ottobre 2016 è gestita, sulla base di un provvedimento di accreditamento provvisorio, dal Consorzio Residenze Modenesi, di cui Gulliver s.c.s. detiene la quota di maggioranza e, come tale, ha la responsabilità della conduzione organizzativa del servizio. Il modello gestionale dello stesso è stato oggetto, nei mesi scorsi, di ampi e approfonditi confronti con la committenza, i famigliari e le organizzazioni sindacali. 
 
Tra le diverse misure è prevista una copertura del centralino pari a 10 ore giornaliere per 365 giorni l’anno, coerente con la necessità di garantire le visite dei famigliari e l’accesso ai visitatori. 
 
Ci preme sottolineare, dunque, che l’attuale presenza sulle 24 h di personale Gulliver all’interno del locale portineria è giustificata solo sulla base del provvedimento temporaneo dei Vigili del Fuoco in merito all’esigenza di verificare costantemente il corretto funzionamento del sistema antincendio. E’ in corso, infatti, un adeguamento impiantistico delle centraline per la diffusione di ordine di evacuazione della struttura, a conclusione del quale tale necessità verrà superata.
 
Si ritiene opportuno precisare, inoltre, che la sicurezza dei 100 ospiti della struttura è garantita sulla base dell’organizzazione del servizio in 4 nuclei residenziali e 1 di centro diurno, a cui sono assegnati un numero congruo di operatori socio sanitari nel rispetto dei requisiti previsti dalla legge regionale sull’accreditamento (DGR 514/2009 e s.m.i).
 
Sorprende, pertanto, l’allarme lanciato dal funzionario della CGIL di Sassuolo sulle pagine della Gazzetta di Modena. E’ aperto, infatti, un tavolo di confronto con i rappresentanti sindacali da settembre 2016 sul tema dell’integrativo aziendale e, non più tardi della scorsa settimana, precisamente in data 06.02.2017, si è pervenuti alla sottoscrizione di un accordo specifico in tema di ricollocazioni.