La nostra identità

Gulliver
TERREMOTO NEL CENTRO ITALIA
Mercoledì 31 Agosto 2016
La nostra Cooperativa è stata direttamente colpita dal terremoto dell'Emilia. Tanti nostri colleghi sono stati coinvolti nel 2012 da questo drammatico evento e stanno rivivendo, nelle testimonianze che arrivano dal Centro Italia, quei terribili momenti.
Gulliver all'epoca si attivò immediatamente per continuare a garantire l'assistenza socio-sanitaria primaria all'interno delle tendopoli alle persone più fragili, come anziani e disabili, e organizzò gruppi di sostegno e animazione ai bambini e alle loro famiglie. Successivamente, nella fase più dimenticata dell'emergenza, la Cooperativa ha continuato a sostenere la comunità realizzando laboratori per bambini e genitori sul tema della resilienza in tutti i comuni della Provincia di Modena colpiti dal sisma.
Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla solidarietà di altre organizzazioni che, inizialmente, ci hanno supportato nella gestione dell'emergenza in alcuni nostri servizi dichiarati inagibili e, successivamente, hanno sostenuto le nostre attività educative sul territorio.
 
Fino a quel maggio del 2012 avevamo una lunga esperienza nell'ambito dei servizi alla persona ma MAI eravamo intervenuti nel contesto di una calamità naturale.
Grazie all’impegno e alla determinazione dei nostri professionisti, alle competenze e alla formazione, ma soprattutto grazie alla loro grande sensibilità e generosità, siamo riusciti a lavorare in contesti complessi, con persone fortemente traumatizzate.
 
Le manifestazioni di solidarietà si stanno moltiplicando in tutta Italia verso chi è stato coinvolto dal terremoto del 24 agosto 2016, e noi, in questa fase di emergenza coordinata dalla Protezione Civile, ci sentiamo tanto profondamente vicini alla popolazione, quanto inermi.
Nel rispetto del lavoro che si sta svolgendo nelle regioni coinvolte, abbiamo deciso di metterci in contatto con diverse organizzazioni che hanno raggiunto i luoghi del sisma per valutare, assieme alle istituzioni preposte, le reali esigenze delle comunità coinvolte.
Gulliver, dunque, è in attesa di capire in che modo dare un contributo concreto, nel modo e nei tempi più utili e opportuni. Terminata, quindi, la fase emergenziale della catastrofe naturale, saremo a disposizione per rispondere ai bisogni post terremoto della comunità.
 
Vi terremo aggiornati nelle prossime settimane sul supporto che Gulliver avrà l’opportunità di offrire.
 
Colgo l'occasione per salutarvi e augurarvi buon lavoro.
Massimo Ascari
Presidente Gulliver
 
 
"Noi abbiamo avuto un’esperienza molto drammatica con il terremoto. Abbiamo perso la casa. All’inizio tutti ti sorreggono e ti sostengono, poi man mano che passa tu sei solo, solo con la tua famiglia e i tuoi figli. Quindi per noi è stato un momento importante di aggregazione. Noi viviamo in una casetta di 40 mq e d’inverno è veramente molto dura. Uscire e fare delle cose creative ci solleva e dà luce nuova alla giornata. Quindi grazie per la possibilità che ci avete dato di partecipare a questi laboratori e di far tirare fuori quello di bello hanno i bambini: dalle emozioni, alle paure, ai sentimenti e tutto ciò che hanno anche di creativo.”
Mamma di Alessandro
Disvetro (MO) - Novembre 2013
Ludobus “Amicizia” - Progetto “Infanzia e resilienza: bambini e genitori più forti della scossa”